BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto Sviluppo: novità agevolazioni e detrazioni. Tutte le misure approvate

Decreto sviluppo 2012 approvato dal Governo Monti



Via libera dal Consiglio dei Ministri al Decreto Sviluppo: in tutto 61 articoli in 70 pagine, “un corpo organico e robusto”, così il premier Mario Monti ha definito il pacchetto sviluppo presentato dal ministro Corrado Passera, che ha spiegato come “Nel decreto sviluppo ci saranno molti interventi strutturali e, soprattutto, interventi per favorire l'occupazione.

Tra risorse e investimenti il decreto sviluppo mobiliterà risorse fino a 80 miliardi, 40-45 miliardi dei quali arriveranno dai project bond e dalle misure per le pmi e gli altri 30-35 miliardi dalle altre misure.

Inoltre, “Dobbiamo assicurarci che entro la fine dell'anno prossimo, cioè entro fine 2013, tutti i cantieri della Salerno-Reggio Calabria, oggi sono 13 e due devono essere ancora aperti, siano completati perchè si tratta di una 'infrastruttura basilare del Sud”, ha assicurato il ministro Passera.

E ancora, Monopoli e Agenzia del Territorio verranno soppressi; nuovi tagli agli organici di palazzo Chigi che porteranno un risparmio annuale di 25 milioni di euro; rimborsi più veloci per i processi civili troppo lunghi. Con l’approvazione del Dl Svilippo, la srl semplificata, introdotta dal decreto liberalizzazioni per gli under 35, viene estesa dal a tutti; previste per il mondo delle imprese vere riforme di lungo periodo, strumenti di finanziamento per poter ricorrere meglio ai mercati e si riducono anche i limiti per le aziende piccole e medie non quotate.

Il decreto sviluppo ha, inoltre, sbloccato le 43 leggi di incentivazione alle imprese oggi esistenti, e dà vita ad un Fondo per la crescita sostenibile del valore di 2 miliardi.

Via libera poi allo stop del pagamento Imu, per un periodo non superiore a tre anni dall'ultimazione dei lavori, degli immobili delle imprese, il cosiddetto magazzino, fabbricati costruiti e destinati alla vendita. Via libera a sovvenzioni, contributi e sussidi alle imprese e l'attribuzione di compensi a persone ed imprese per forniture, servizi, incarichi e consulenze ad enti pubblici e privati, di importo complessivo superiore a 1.000 euro nel corso dell'anno solare, sono soggetti alla pubblicità su internet.

Passa dal 36% al 50% la quota di detrazione Irpef per le ristrutturazioni, fino al 30 giugno 2013; istituito all'Agenzia per le erogazioni in agricoltura un fondo per il finanziamento dei programmi nazionali di distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti nel territorio della Repubblica Italiana; prorogatp al 31 dicembre 2013 il termine per l'entrata in vigore del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) per consentire la prosecuzione delle attività necessarie per la verifica del funzionamento del sistema.

Prorogata poi al 31 dicembre 2012 l'emanazione del decreto che avrebbe dovuto adottare disposizioni tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio di noleggio con conducente.

Arrivano, inoltre, il credito d'imposta del 35%, con un limite massimo pari a 200 mila euro annui ad impresa per l'assunzione di personale qualificato; e una sorta di Dop per il pesce pescato in Italia. Il decreto Sviluppo prevede, infine, finanziamenti agevolati alle aziende che investono in progetti di green economy e che assumono a tempo indeterminato under 35 e giovani laureati come meno di 28 anni.

I finanziamenti a tasso agevolato saranno concessi agli investimenti in quattro campi: protezione del territorio; biocarburanti di 'seconda e terza generazione'; tecnologie nel solare, biomasse, biogas e geotermia; incremento dell'efficienza energetica.
 
 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il