BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: nuovo decreto per pensione per tutti. E anche Monti si impegna

Il premier Monti sugli esodati: presto ricognizione su numero



Si continua a discutere della questione esodati e, dopo gli ultimi scontri tra sindacati, governo, forze politiche e Inps, sembra sia in arrivo un nuovo decreto questa volta valido per tutti e non solo per una ‘ristretta’ platea di 65mila persone.

Il Partito democratico è pronto a far approvare la riforma del mercato del lavoro entro il Consiglio europeo del 28 giugno, come chiesto da Mario Monti, a patto che il governo vari però entro questa settimana un decreto sugli esodati.

Secondo il presidente dei deputati del Pd Dario Franceschini “c'é molto poco tempo. E, soprattutto, su un tema così importante è naturale che la Camera in seconda lettura cerchi correzioni e miglioramenti. Io penso che un’intesa tra governo e forze politiche per un iter più veloce del ddl potrebbe essere aiutato non da un impegno ma da un decreto che rappresenti un nuovo passo per risolvere la questione degli esodati”. 

Intanto il premier Mario Monti ha chiarito: “Il governo farà al più presto una ricognizione sul reale numero degli esodati, coloro che si trovano o rischiano di trovarsi senza posto di lavoro nello stesso tempo senza pensione.

Il premier spiega poi che “le cifre all'inizio indicavano 50mila unità e per maggiore sicurezza se ne presero in considerazione 65mila. Il governo comunque è sempre consapevole dell'esistenza di altri casi e dico che dentro di me sento l'impegno (collettivo, del governo) di avere al più presto una ricognizione realistica di questo fenomeno e prendere i provvedimenti conseguenti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il