BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: nuovo decreto Fornero per altri 55mila e sopra i 62 anni. L'impegno di Monti

Novità decreto esodati: cosa potrebbe cambiare



Dopo il ‘mea culpa’ fatto dal ministro del Lavoro Elsa Fornero, tornata sui suoi passi e pronta ad aggiungere altri 55mila esodati alla platea dei 65 inizialmente chiamata in causa come beneficiaria della possibilità di andare in pensione con le vecchie regole, il governo ha deciso di fare un passo in più e ha chiesto al Parlamento di accelerare l'esame sulla riforma del mercato del lavoro.

Inoltre, si impegna a risolvere tempestivamente, con appropriate iniziative legislative, altri problemi posti dai gruppi parlamentari: dalla questione degli esodati ad alcuni aspetti della flessibilità in entrata agli ammortizzatori sociali. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha detto “Confidiamo che Monti tenga fede agli impegni”.

Dal governo, ha sottolineato il Pd si attendono “impegni precisi sui tempi e la copertura per i 55mila esodati aggiuntivi che sono stati riconosciuti dal ministro Fornero”. Intanto il ministro Fornero si prepara a varare un nuovo decreto proprio per i 55mila esodati individuati ed è disposto ad inserire tra i lavoratori salvaguardati coloro che hanno superato i 62 anni di età, secondo quanto assicurato dallo stesso ministro.

Tra i lavoratori salvaguardati, infatti, oltre a quelli interessati da accordi collettivi, sottoscritti con il governo, potrebbero esserci coloro che entro il 2014 hanno raggiunto i requisiti o che hanno superato una soglia di età, per esempio 62 anni.

Il ministro ha poi spiegato che diverse sono le soluzioni al vaglio, dall'estensione del trattamento di disoccupazione a formule di sostegno all'impiego di queste persone: per esempio con incentivi contributivi e fiscali nella direzione indicata dallo stesso disegno di legge di riforma del mercato del lavoro”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il