Conti deposito: i rendimenti reali al netto delle spese, tasse e bolli

Le offerte Conti deposito estate 2012: quanto rendono



Chi decide di mettere al riparo al propria liquidità può scegliere di investire in conti deposito. Questi prodotti finanziari si dividono in due grandi categorie: i depositi non vincolati o liberi e i depositi vincolati.

Nel primo caso, il titolare può disporre liberamente delle somme depositate e prelevarle in qualsiasi momento per trasferirle sul conto corrente d’appoggio; nel secondo, invece, può ritirare i suoi risparmi solo alla scadenza del periodo di vincolo definito con la banca (in genere, da 1 a 36 mesi), pena la perdita degli interessi pattuiti o la riduzione degli stessi.

Il vincolo previsto per questa tipologia di conto è remunerato con interessi maggiori rispetto ai conti deposito liberi. In tempi di crisi, però, si è diffusa anche una terza tipologia di conti deposito: i conti liberi ad alto rendimento, che promettono una remunerazione mediamente più elevata rispetto ai conti correnti tradizionali e agli stessi depositi vincolati.

Nel momento in cui si sceglie di investire in conti deposito, bisogna prestare attenzione anche all’imposta di bollo: da quest’anno, infatti, i conti deposito sono soggetti a un bollo proporzionale, pari allo 0,1% nel 2012 e allo 0,15% nel 2013, con un minimo di 34,2 euro.

Per quanto riguarda eventuali rischi, bisogna considerare che in caso di fallimento della banca il conto deposito (al pari di un conto corrente bancario) è garantito dal Fondo Interbancario Tutela Depositi (FITD), che si occupa di rimborsare ogni depositante fino a 100 mila euro e tutte le banche italiane sono obbligate ad aderire a questo Fondo.

Per quanto riguarda le offerte di questi mesi estivi, fino al 30 giugno è in promozione Websella con tassi dal 3% al 3,50% lordi sui vincoli da 3 a 18 mesi e Ing Direct che, a chi apre Conto Arancio+, offre per 12 mesi un tasso pari al 3% lordo (2,40% netto).

Chi sceglie, invece, ContoSuIBL, su giacenze a partire da 5.000 euro, avrà il 3,55% lordo (2,84% netto) fino a settembre 2012, con imposta di bollo a carico della banca. Chi sceglie, invece, fino al 15 giugno, il Conto Risparmio Sicuro di Unicredit e vincola il proprio denaro per 5 anni potrà arrivare ad ottenere fino al 7% lordo. Chi, comunque, volesse un aiuto nella scelta di prodotti più convenienti può utilizzare il portale di confronto conti deposito di SuperMoney.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il