Dare in affitto casa: si può guadagnare il 5% come con i Bot al netto di Imu, tasse e costi

Affittare una casa come investire: quanto rende



Affittare una casa di cui si è proprietari può arrivare a rendere fino al 5%, come se si decidesse di investire in Bot. Anzi, secondo un’analisi di CorriereEconomia, i rendimenti oscillano dal 3,5% del bilocale a Bologna al 5% di Palermo; mezzo punto in meno la resa dei trilocali; Milano e Roma superano ampiamente quota 4%.

Il calcolo è stato effettuato ipotizzando che per l’assolvimento delle imposte sui redditi si ricorra alla cedolare secca, che pone al 21% le tasse sui canoni e permette di evitare pagamento di Irpef e imposta di registro, di contro, però, blocca l’importo del canone per tutta la durata del contratto.

Ciò significa che le rata dell’affitto dovrà restare sempre uguale. Il rendimento al 5% dell’affitto di una casa dall’esempio fatto risulta anche al netto del pagamento l’Imu che pesa non poco nelle tasche dei locatari, portandosi via tra il 10 e il 15% dei canoni.

Si ipotizza che i proprietari di casa che affittano per recuperare le spese possano alzare i prezzi d’affitto, ma sarà difficile sottostare ad una tale politica considerando la situazione di difficoltà economica in cui molte famiglie versano.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il