BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni 2012: rendimenti più alti, ma anche rischi e volatilità maggiori

Rendimenti e rischi dell’investire in obbligazioni: l’analisi



Va bene il mercato obbligazionario in questo inizio 2012, bene considerato nella cornice della burrasca finanziaria che si sta abbattendo. Ma non senza rischi.

L’analisi dei flussi, realizzata da Morningstar, mostra che, in Europa, dall’inizio dell’anno, le categorie obbligazionarie che hanno raccolto di più sono state quelle sui corporate bond in euro (+6,2 miliardi), gli high yield in dollari (+5) e gli emergenti (+2,7).

“I bilanci delle aziende sono diventati molto solidi”, secondo Eric Jacobson, responsabile della ricerca obbligazionaria di Morningstar. “Le società hanno aumentato la liquidità e molti bond sono quotati a prezzi eccessivamente bassi”.

Per quanto riguarda gli emergenti, elementi di forza sono rappresentati dalla miglior situazione debitoria rispetto ai Paesi della zona euro, e dalla domanda. Questi titoli, infatti, stanno entrando anche nei portafogli dei fondi che non sono specializzati negli emerging market.

Sempre secondo l’analisi di Morningstar, comprare emergenti o high yield permette sì di ottenere potenzialmente un rendimento maggiore rispetto ai titoli di stato cosiddetti risk-free, ma espone anche ad eventi che possono determinare forti perdite. E’ vero, ad esempio, che i paesi emergenti sono più solidi finanziariamente, ma alcune aree soffrono di instabilità sociale o politica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il