BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: Fornero punta a trovare soluzione e ammette problema dei numeri. Nuovo decreto possibile

Esodati, il ministro Fornero rilancia: “Soluzioni ispirate a equità e sostenibilità”



Il ministro del Lavoro Elsa Fornero rilancia sulla questione esodati e assicura una soluzione per tutti. In realtà qualcosa sembra si stia già muovendo: dall’allargamento della platea dei beneficiari, che dai primi 65mila si è allargata a comprendere altri 55mila esodati, poi l’appello del segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, che ha detto “Confidiamo che Monti tenga fede agli impegni”, e infine la novità annunciata dal ministro Fornero, disposta ad inserire tra i lavoratori salvaguardati coloro che hanno superato i 62 anni di età.

E potrebbe prendere anche piede l’ipotesi di un prolungamento degli ammortizzatori e del sussidio di disoccupazione per quei lavoratori esodati che non rientrano tra i 120.000 soggetti che il governo pensa di salvaguardare rispetto all'incremento dell'età pensionabile.

Al momento, però, non si parla  del totale dei lavoratori senza reddito e senza pensione che restano fuori dalla salvaguardia né del costo delle risorse disponibili, quindi si tratta di una questione che, pur se sempre in discussione, resta ancora aperta.

Il ministro Fornero però ribadisce che “Per gli esodati si tratta di trovare soluzioni che siano ispirate a equità e sostenibilità nel tempo. Il governo ha tutta la determinazione per esaminare il problema con grande attenzione. Vedremo di trovare, come già ha detto il presidente Monti, una soluzione ai problemi”.

E intanto si attende l’arrivo di un nuovo decreto che contenga effettivamente innanzitutto una stima sul numero reale degli esodati e poi una soluzione che riesca a garantire la pensione per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il