BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Crisi economica 2012 sempre più forte in Italia per imprese. Aumentano insolvenze prestiti

Le imprese italiane soffrono: aumentano le insolvenze. I dati



La crisi economica non accenna a placarsi e le imprese italiane soffrono sempre più: da un´analisi della Ccia di Mestre emerge che ad aprile 2012 (ultimo dato disponibile) le sofferenze bancarie in capo alle nostre aziende hanno superato gli 82 miliardi di euro e che rispetto all´inizio dell´estate 2011, periodo in cui la speculazione finanziaria ha iniziato ad investire il nostro Paese, le insolvenze sono aumentate del +11,9% (in termini assoluti pari a +8,7 miliardi di euro).

Questa situazione ha indotto moltissime banche italiane a ridurre progressivamente gli impieghi: l'erogazione dei prestiti ha continuato a scendere, -1,7% rispetto a giugno 2011, anche se ad aprile c’è stata una leggera inversione di tendenza che lascia presagire qualche piccolo segnale di ripresa.

Dall’analisi della Cgia di Mestre è emerso, inoltre, che a fronte di una progressiva contrazione dei prestiti erogati alle imprese sono aumentate le segnalazioni di operazioni di riciclaggio sospette eseguite da intermediari finanziari: +243,6% dall´inizio della crisi alla fine del 2011.

Questo dato è molto allarmante perché segnala che, probabilmente, le organizzazioni criminali stanno approfittando di questa situazione per infiltrarsi nell´economia reale del Paese. Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre, ha spiegato che “La crescita delle sofferenze bancarie è la manifestazione più evidente dello stato di crisi delle nostre imprese.

La cronica mancanza di liquidità e la prolungata fase di crisi economica che stiamo vivendo sono tra le cause che hanno fatto esplodere l´insolvibilità. Inoltre in questi ultimi 4 anni di difficoltà economica, si sono ulteriormente allungati i tempi di pagamento nei rapporti commerciali tra le imprese e tra le imprese e la pubblica amministrazione.

Dobbiamo mettere fine a questo malcostume tutto italiano che sta gettando sul lastrico tantissimi piccoli imprenditori che si trovano a corto di liquidità anche perché non riescono a recuperare i propri crediti”.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il