BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Borse, Btp, obbligazioni: per investire dopo vertice Ue servono nuovi segnali

Investire per ottenere rendimenti sicuri: serve stabilizzazione e fiducia dei mercati



Le decisioni prese in occasione dell’ultimo vertice Ue tenutosi a Bruxelles sembrano aver riportato la fiducia sui mercati: le Borse sono tornate a volare e lo spread a scendere ma perché questa situazione perduri e non sia solo il risultato di un timido entusiasmo post-vertice, c’è bisogno che le misure su cui ci si è trovati d’accordo funzionino davvero.

In una situazione, ancora incerta, come quella attuale, investire non è certo facile. Se da una parte, infatti, le buone notizie arrivate dall’esito dall’Eurogruppo, dai meccanismi di stabilizzazione dell'Eurozona, allo scudo anti-spread, alla ricapitalizzazione delle banche, all'avvio del salvataggio delle banche spagnole, infondono fiducia, dall’altra c’è sempre da considerare che l’incertezza, soprattutto finanziaria, attualmente continuerà a regnare sovrana.

Per poter scommettere, sicuri di ottenere rendimenti e non andare incontro a perdite, su listini azionari, Btp e obbligazioni, saranno necessari nuovi segnali di fiducia, come un andamento dello spread stabile più o meno, o un minore rischio sovrano, derivante da politiche e riforme strutturali mirate per ogni singolo Paese in difficoltà. Intanto i bond societari dei Paesi emergenti hanno dato prova di buona stabilità e anche puntare fuori dall'area della moneta unica sembra dare i suoi frutti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il