BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Spread Btp-Bund in rialzo: scudo anti-spread discusso oggi

La Francia accelera sullo scudo anti spread. L’incontro con Monti



I leader dell’Ue, al termine del vertice tenutosi la scorsa settimana a Bruxelles, hanno concordato un pacchetto di misure, che apre ad un meccanismo anti-spread e alla ricapitalizzazione diretta delle banche da parte del fondo europeo salva stati, con il quale sperano di rassicurare i mercati, frenare la speculazione e ridare stabilità all'euro.

L'intesa prevede che il fondo salva-stati dell'Unione (Esm) intervenga in maniera automatica nel caso in cui gli spread di una nazione virtuosa superino una determinata soglia ancora da stabilire. Proprio questa settimana si apre con lo spread tra Btp e Bund in rialzo: il differenziale tra i titoli decennali italiani e quelli tedeschi viaggia sopra quota 470 punti attestandosi a 479 punti. Il rendimento è al 6,10%.

Sull’intesa sullo scudo anti-spread accelera la Francia: nell’incontro di oggi “dobbiamo parlare subito di Unione bancaria e scudo anti-spread per aiutare chi, come l'Italia, ha un problema con la volatilità dei tassi”, ha detto il ministro francese delle Finanze Pierre Moscovici dopo l'incontro con il premier Mario Monti.

Moscovici ha poi affermato: “Con Monti siamo d'accordo sull'analisi dell'ultimo vertice Ue. Abbiamo aperto una porta che era chiusa, ora dobbiamo decidere la strada da prendere. Bisogna fare in fretta per implementare le decisioni dell'ultimo vertice Ue.

Le nostre posizioni e quelle italiane sono molto complementari, andiamo nella stessa direzione. Abbiamo aperto una porta che era chiusa e questo è importante perché è la prima volta che usciamo dall'urgenza e che abbiamo posto sul tavolo i problemi della crescita della stabilità finanziaria e di un integrazione solidale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il