BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti alle imprese 2012: tassi medi in aumento e sempre meno domande accolte

Imprese italiane sempre più sofferenti. Calano i prestiti concessi



Non solo mutui: il mercato dei prestiti italiano soffre e non solo per la difficoltà di concedere mutui soprattutto ai più giovani, per cui talvolta diventa un’utopia l’idea di poter acquistare la prima casa, ma anche per le imprese, in difficoltà in questo momento particolare, che richiedono un finanziamento.

Calano, infatti, i prestiti bancari alle imprese, mentre ne aumentano i tassi. Risultato: le imprese italiane sono sempre più  in affanno e a testimoniarlo sono le sofferenze in capo alle aziende che hanno ormai superato gli 82 miliardi di euro.

Questo quanto emerge dagli ultimi dati resi noti dalla Cgia di Mestre, secondo cui rispetto all'inizio dell'estate 2011, periodo in cui la speculazione finanziaria ha cominciato a farsi sentire nel nostro Paese, le insolvenze sono aumentate dell'11,9% (in termini assoluti pari a 8,7 miliardi di euro).

E le banche hanno reagito a questa situazione di difficoltà riducendo progressivamente gli impieghi: l'erogazione dei prestiti ha continuato a scendere (-1,7% rispetto a giugno 2011) e “La crescita delle sofferenze bancarie, come ha detto Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre, è la manifestazione più evidente dello stato di crisi delle nostre imprese”.

L'analisi della Cgia rileva anche un boom delle segnalazioni di operazioni di riciclaggio sospette eseguite da intermediari finanziari: +243,6% dall'inizio della crisi alla fine del 2011. In particolare, tra il 2008 e il 2011, le segnalazioni sono passate da 14.069 a 48.344 (+243,6%).

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il