BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni a rischio: problemi pagamenti con la nuova Inps

Inps: a rischio le pensioni



L’assorbimento nell’Inps dell'Inpdap e dell'Enplas comporterà nel breve periodo un problema di sostenibilità dell'intero sistema pensionistico pubblico, portando il disavanzo a 6 miliardi nel 2012 che diventeranno 7 miliardi di euro nel 2013 e cresceranno nel 2014, tanto da far temere per la sostenibilità del sistema pensionistico pubblico.

L'allarme, lanciato dal Consiglio di indirizzo e vigilanza, è dovuto all'assunzione da parte dell'ente del deficit imputabile appunto al soppresso Inpdap.

Nel 2012, si legge nel documento del Consiglio di indirizzo e vigilanza, che nella prima nota di variazione di bilancio 2012 del cosiddetto SuperInps chiede al governo interventi correttivi, si stima quindi un disavanzo finanziario di competenza di 5,977 miliardi di euro a fronte del disavanzo di 736 milioni previsto nel bilancio originario dell'Inps.

Nel documento, inoltre, si legge che ‘Appare doveroso e urgente che tale situazione sia sottoposta all'attenzione del governo e dei ministeri vigilanti al fine di consentire agli stessi di adottare adeguati interventi correttivi per sanare il disavanzo economico e patrimoniale della gestione ex Inpdap e quindi garantire la sostenibilità della spesa pensionistica’.

Il Civ sottolinea che il peggioramento del disavanzo economico rispetto al preventivo è interamente imputabile alla gestione ex Inpdap che chiude con un disavanzo di 5,843 miliardi. Per la Uil, con l'incorporazione dell'Inpdap e dell'Enpals si sono prodotti effetti disastrosi per la situazione patrimoniale dell'Inps.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il