BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni auto e 3 preventivi: regolamento 2012 pubblico. Come funziona

Nuove regole Rc auto: obbligatori i tre preventivi



L'Isvap ha dato il via al regolamento attuativo di una delle principali norme del decreto liberalizzazioni in materia di Rc auto, approvato a fine marzo, ponendo in pubblica consultazione sul proprio sito lo schema di regolamento sui tre preventivi che gli intermediari dovranno obbligatoriamente rilasciare al contraente prima della stipula del contratto.

La disposizione mira a potenziare la mobilità della clientela assicurativa e incentivare le dinamiche concorrenziali. Le osservazioni allo schema di Regolamento potranno essere inviate all'Isvap entro il 25 luglio 2012 all'indirizzo di posta elettronica: regolamentoarticolo34@isvap.it.

Secondo quanto previsto dalla nuova disciplina, l'intermediario dovrà consegnare al cliente almeno tre preventivi personalizzati, cioè studiati sulle caratteristiche oggettive e soggettive dello specifico profilo di rischio del cliente e rilasciati da imprese appartenenti a diversi gruppi assicurativi.

Le novità prevedono anche la consegna delle relative note informative, per fornire indicazioni sui contenuti contrattuali oltre che sul premio, per assicurare una maggiore trasparenza.

Nella scelta dei preventivi personalizzati da fornire al cliente gli intermediari dovranno rispettare le regole di diligenza, correttezza, trasparenza e professionalità e dovranno poi conservare la documentazione relativa ai preventivi rilasciati, in modo da consentire all'Autorità di vigilanza controlli ex post per verificare la correttezza e l'adeguatezza delle informazioni fornite. L'Autorità vigilerà su tale aspetto.

Gli intermediari potranno utilizzare esclusivamente i servizi di preventivazione aziendali disponibili sui siti internet delle imprese, il servizio pubblico on line di comparazione ‘Tuopreventivatore’, presente sul sito dell'ISVAP e del Ministero dello Sviluppo Economico, e servizi di comparazione appositamente costituiti e gestiti dalle associazioni degli intermediari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il