BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Agenda digitale: testo di legge 2012. Le novità e misure inserite

Agenda Digitale 2012: i punti principali



Il comitato ristretto della Commissione Trasporti e telecomunicazioni della Camera ha dato il via libera al testo unico sui ‘servizi elettronici e digitali’, un disegno di legge bipartisan che accorpa le proposte di legge Pd-Udc, Pdl e Lega in materia di sviluppo tecnologico.

Nel testo trovano spazio, insieme ai contributi a favore delle famiglie per l'informatizzazione e ad alcune modifiche al codice delle comunicazioni elettroniche volte soprattutto a semplificare la burocrazia, tre novità e cioè favorire la digitalizzazione della pubblica amministrazione, trovare i fondi per le infrastrutture di settore e sostenere le startup.

Sul primo punto, la legge prevede una serie di incentivi per lo sviluppo dei servizi digitali, da erogare annualmente su iniziativa del governo con particolare attenzione alla digitalizzazione in tutti i settori della pubblica amministrazione.

Per quanto riguarda le infrastrutture, invece, il testo prevede esenzioni fiscali ad hoc per Comuni e Province nella costruzione di impianti di comunicazione elettronica in fibra ottica e istituisce presso i Comuni un Catasto delle infrastrutture civili in fibra ottica esistenti.

Infine, per quanto riguarda le startup, soprattutto per quelle definite innovative, il testo prevede una serie di incentivi e l'istituzione di un ‘Fondo per l'Italia’, destinato all'assunzione di diverse quote di fondi di investimento, cui possono partecipare sia soggetti privati che pubblici. Il fondo dovrebbe partire con una dotazione di 30 milioni di euro per l'anno 2013, 40 per il 2013 e 50 milioni per il 2015.


Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il