BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Finanziamenti Sicilia 2012: bloccati Fondi Ue. I motivi e la risposta di Lombardo

L’Europa blocca i fondi per la Sicilia. Lombardo: “Ovvieremo”



Niente più finanziamenti dall’Unione Europea alla Regione Sicilia. Già a gennaio lo stesso ufficio aveva informato Lombardo che non avrebbe ricevuto il rimborso dei 200 milioni spesi da ottobre a dicembre, per le “irregolarità riscontrate nell'assegnazione degli appalti e le carenze significative nel funzionamento dei sistemi di gestione e di controllo”.

Ieri la decisione che non avrà neanche i 400 milioni anticipati dalla Regione da gennaio a giugno, perché gli impegni della Sicilia di porre riparo alle violazioni denunciate non sono stati mantenuti: “Le risposte non sono sufficienti, non è stata intrapresa nessuna misura correttiva”.

Bruxelles punta il dito contro gli assessorati alle Infrastrutture, all'Economia, alla Salute e della Protezione civile. Le critiche riguardano la scarsa incisività delle verifiche di gestione effettuate dal dipartimento Pianificazione strategica e persino la regolarità degli investimenti fatti senza gara tramite società in house della Regione.

La decisione blocca dunque i rimborsi comunitari per finanziamenti già anticipati dalla Regione pari a 600 milioni di euro, ma che nei fatti congela e mette a rischio la dotazione del Fesr, il Fondo europeo per lo sviluppo regionale (6,5 miliardi), in attesa che l'amministrazione si metta in regola.

Il governatore Raffaele Lombardo spiega che “I rilievi della Commissione europea, a quanto pare, riguardano certificazioni, controlli e gestioni. Adempimenti tutti di carattere prettamente tecnico di cui chiederemo conto ai dirigenti che se ne sono occupati. Intanto, ovvieremo ai rilievi e adotteremo ogni misura che riterremo adeguata a superare la difficoltà”.

  
Autore:

Marcello Tansini

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il