BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero benzinai 3-5 Agosto 2012 non si farà. Stop dal Garante

Stop dal Garante allo sciopero dei benzinai



Era stato annunciato due giorni fa lo sciopero dei benzinai per il primo week end di agosto ma sembra ci sia stato il dietrofront. Non voluto, ovviamente, ma imposto.

Le associazioni dei gestori Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, per protestare contro l'industria petrolifera e il governo, avevano deciso congiuntamente la chiusura, da venerdì 3 a domenica 5 agosto, di tutti gli impianti di rifornimento carburanti, self service compresi, sia su rete ordinaria che autostradale, annunciando, tra l’altro, un pacchetto di misure che comprende anche la sospensione per una settimana dei pagamenti con carte e bancomat.

Ma dal Garante degli Scioperi arriva lo stop, perchè quello scelto è periodo di franchigia. Nel mirino dei gestori le decisioni del governo e dell'industria petrolifera che “non lasciano altra possibilità che adottare iniziative estreme di protesta e di difesa verso una aggressione gravissima, insopportabile e ingiustificata”.

Accordi collettivi scaduti e non rinnovati, margini tagliati unilateralmente fino al 70%, licenziamenti forzati degli addetti alla distribuzione, rifiuto di adottare diverse tipologie contrattuali, discriminazioni sui prezzi che spingono fuori mercato migliaia di impianti: sono questi, sostengono le organizzazioni di categoria dei gestori, solo alcuni dei comportamenti in aperta violazione delle leggi esistenti che l'industria petrolifera sta adottando sistematicamente, colpendo oltre 20.000 piccole imprese di gestione che occupano circa 120.000 persone e sostengono la sopravvivenza di altrettante famiglie.

Intanto oggi i prezzi dei carburanti hanno ripreso a salire dopo gli sconti del fine settimana. Ritocchi all’insù per Eni, Esso, IP, Q8 e TotalErg e i prezzi salgono dunque per la benzina a 1,837 euro/litro (+0,6 centesimi) e per il diesel a 1,734 euro/litro (+1 centesimo).
 
Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il