BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Referendum contro la casta: mobilitazione online per firmare

Referendum contro privilegi casta e indennità parlamentari: la protesta corre sul web



Si aggira solo nei meandri del web il referendum contro i privilegi della casta e sarà possibile firmare fino al 25 luglio, negli uffici del proprio comune o nei banchetti, le due proposte referendarie dell’Unione Popolare e del Comitato del sole, e una proposta di legge popolare per abrogare finanziamenti e rimborsi ai partiti. 

La proposta referendaria di Unione Popolare riguarda l’abrogazione parziale della legge per le indennità parlamentari: la campagna si articola anche si Facebook, dove un gruppo invita a rivolgersi al proprio comune per apporre la firma per richiedere, ai sensi dell’articolo 75 della Costituzione e in applicazione della legge numero 352 del 25 maggio 1970, un referendum popolare abrogativo.

Oltre ad Unione Popolare si sono mossi il Comitato del sole, che sta raccogliendo le firme per un ulteriore referendum per la riduzione degli stipendi politici, e il comitato Per una nuova Italia, che propone una legge di iniziativa popolare. Il quesito di Unione Popolare chiede ‘Volete voi che sia abrogato l’articolo 2 della legge numero 1261 del 31 ottobre 1965, per la determinazione dell’indennità spettante ai membri del Parlamento, pubblicata dalla Gazzetta Ufficiale numero 290 del 20 novembre 1965?’.

Nel mirino dei referendari, dunque, l’indennità spettante ai membri del Parlamento, calcolata in circa 48.000 euro all’anno per ciascun deputato e senatore.

Per firmare i moduli di richiesta, è necessario recarsi presso il proprio comune di residenza muniti di un documento di identità (di solito nell’ufficio anagrafe) o fermarsi per la firma in uno dei banchetti organizzati dai promotori. Inoltre, Unione Popolare ha autorizzato a scaricare e stampare i moduli per la raccolta delle firme attraverso il loro sito web, a causa delle innumerevoli richieste pervenute in questi giorni. Il referendum promosso dal Comitato del sole si può sostenere fino al 10 agosto. Il termine per firmare la richiesta di legge popolare è invece il 30 settembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il