BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Licenziamenti banche:Ubi,Unicredit,Intesa San Paolo,Mps,Popolare di Milano.Piani tagli e dipendenti

Banche pronte a licenziamenti collettivi: i piani degli istituti



Dai colossi di Monte dei Paschi di Siena, Unicredit e Intesa Sanpaolo fino a Banca Popolare di Milano, Ing Bank, Ubi Banca, Banca Popolare di Bari, Banca Etruria, Deutsche Bank, Veneto Banca: sono questi alcuni degli istituti di credito pronti ad attuare piani del personale a causa della situazione di difficoltà in versano.

Mentre alla Banca popolare di Bari è già in corso una trattativa in cui si sta parlando di 250 esuberi su 2mila dipendenti circa, stessa cifra per Veneto banca, alla Banca popolare di Milano  il piano è atteso per il 24 e la Uilca fa una previsione di 800 esuberi.

Tagli del personale previsti anche in Monte dei Paschi di Siena, Intesa Sanpaolo e Unicredit, mentre in Mps il piano di razionalizzazione 2011-14 prevedeva 1.500 pensionamenti, ma al momento la riforma ha bloccato 1.200 uscite e con l'ultimo piano presentato poche settimane fa sono stati annunciati anche 4.600 esuberi.

Ubi Banca ha invece annunciato una revisione della struttura organizzativa del gruppo finalizzata a semplificare l'operatività del gruppo, che porterà a una riduzione dei costi annui a regime stimata in oltre 115 milioni di euro a partire dal 2014, di cui almeno 70 milioni già nel 2013. Il piano prevede anche la chiusura o vendita di 44 sportelli e la trasformazione di 78 sportelli in minisportelli. La riduzione degli organici è stimabile in circa 1.500 unità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il