BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sicilia fallimento: rischio non c'è. Problema liquidità temporaneo. E Lombardo attacca

Sicilia non a rischio default. Lombardo: “Altre regioni stanno peggio di noi”



La Regione Sicilia non sarebbe in realtà a rischio fallimento come era stato annunciato qualche giorno fa. Il problema sarebbe solo di liquidità, ma temporaneo. Non vi sarebbe, infatti, alcun rischio default per la Sicilia.

Il problema, infatti, non è strutturale  ma di temporanea mancanza di liquidità ed è stato risolto con trasferimenti per 400 milioni di euro già programmati. Inoltre, il bilancio della Regione Sicilia è stato in attivo nel 2011 e nel 2010 e che i fabbisogni delle Regioni regionali non sono automaticamente garantiti dall'amministrazione centrale dello Stato.

E alla rinnovata richiesta di conferma delle sue dimissioni da parte del premier Monti, il governatore della Regione, Raffaele Lombardo, contrattacca: “Altre regioni stanno peggio di noi. Se Borghezio riuscisse a sganciare la Sicilia dall’Italia ci farebbe un favore e potremmo fare come Malta: ridurre le tasse e avere un boom economico che non possiamo neanche sognarci”.

E sottolinea: “Qualche pseudoindustriale vorrebbe che io licenziassi 50mila dipendenti, non solo non lo farei mai ma chi lo dice deve andare a morire ammazzato”. Il riferimento è al vice presidente nazionale di Confindustria, Ivan Lo Bello, che aveva lanciato l’allarme sul possibile crac della Sicilia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il