BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni e azioni mercati emergenti da preferire: pesa la crisi politica più che economica Ue

In Europa più problema politico che di debito sovrano: la situazione secondo i gestori



Ottenere rendimenti solo investendo in obbligazioni o bot o btp a breve scandenza: questa la strategia migliori per oggi per assicurarsi entrate dai propri investimenti.

E fra btp, bot, Ctz, obbligazioni, valute estere, materie prime, molti guardano ai mercati emergenti, considerati punti di forza del futuro, India a parte in questo momento in cui sembra che stia lentamente scivolando.

Per cui il consiglio migliore è quello di preferire un portafoglio diversificato, orientandosi maggiormente su zone e investimenti che offrono migliori prospettive, come i bond societari dei Paesi emergenti, che hanno dato prova di buona stabilità e che danno agli investitori la possibilità di evitare le turbolenze dell'area euro, dove a pesare maggiormente è in questo momento più che il debito sovrano la crisi politica che i Paesi stanno vivendo.

E aumenta notevolmente l'esposizione degli investitori sui Paesi emergenti. Secondo, infatti, i consulenti finanziari dei gestori e strategist di Pioneer, Fidelity, Jp Morgan, Franklin Templeton, Pimco, Goldman Sachs, Pictet e Russell Investments, l’Europa ha, infatti, un problema politico non di debito sovrano e spiegano che “La media dei Paesi dell'Eurozona, se si guarda al rapporto debito/pil, è infatti del 90% contro il 241% del Giappone e il 107,6% degli Stati Uniti.

E se l'Europa risolve il problema di governance, almeno nel breve periodo i mercati potrebbero dare una tregua”. Sempre secondo i gestori, il problema di natura politica, non poterà comunque Italia e Spagna ad uscire dall’euro, ma anzi. Le politiche di rafforzamento economico e finanziario che saranno messe in atto potranno spingere verso una ri-crescita che potrebbe tornare ad attrarre gli investimenti di nuovo verso l’Europa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il