BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi euro e Italia: i rischi possibili dopo spread record Spagna e uscita Grecia per Fmi

Crisi euro: rischio contagio per l’Italia? Monti “C’è ma non da oggi”



Non sembra placarsi la crisi dell’eurozona, neanche dopo incontri e vertici volti alla definizione di un piano di salvataggio della moneta unica. A dare nuovi segnali di tensioni lo spread record tra Bonos e Bund arrivato a quota 606 punti base.

E qualche giorno fa per le strade della Spagna si sono registrati forti scontri mentre la comunità di Valencia indica che sarà la prima a chiedere gil aiuti. In Italia, invece, BTp a 10 anni sono balzati oltre il 6% con lo spread con il Bund tornato a superare quota 500.

Non manca poi la preoccupazione che si chiama Grecia: la Bce ha detto che sospenderà per un certo periodo di tempo l'accettazione dei titoli di Stato greci come collaterali per i prestiti alle banche. E in una nota della Bce si legge che i titoli di stato greci saranno per un certo periodo di tempo non ammissibili per essere usati nelle operazioni di politica monetaria nell'Eurosistema.

Crolla, dunque, Madrid, vacilla la Grecia e precipita anche Milano. Secondo il premier Mario Monti, il rischio contagio “è in corso, e non da oggi e lo spread elevato ne è la prova. Ma qualunque cosa da fare, va fatta con le nostre forze, sia pure in un contesto di collaborazione europea. Anche perché lo scudo anti-spread non c'è e non potrà esserci almeno fino a fine settembre, visto che la Corte di Karlsruhe si pronuncerà il 12 settembre sui profili di costituzionalità del Meccanismo di stabilità europea e sul Fiscal compact”.

I timori per i rischi che l’Italia corre ci sono tutti e “Nulla garantisce che l'Italia eviti il destino della Spagna, risucchiata nei prossimi mesi nella condizione di dover chiedere aiuto”, ha riportato sul Corriere della Sera Federico Fubini, che ha poi spiegato “Per evitarlo il Paese deve assolutamente spezzare la linea del contagio che lo trascina in basso dopo Madrid, ma non sarà semplice senza un enorme sforzo nazionale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il