BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: non solo lettere dall'Inps. Ma anche telefonate e appuntamenti per domanda pensioni

Le disposizioni Inps per gli esodati



Le 65mila persone (a cui di recente se ne sono aggiunte 55mila con il Dl 95/2012) individuate dal decreto del primo giugno 2012, saranno 25.590 lavoratori in mobilità che hanno cessato l'attività lavorativa al 4 dicembre con perfezionamento dei requisiti entro il periodo di fruizione dell'indennità di mobilità; 10.250 autorizzati al versamento volontario dei contributi con decorrenza della pensione entro il 2013 che non abbiano ripreso l'attività lavorativa e abbiano almeno un contributo accreditato o accreditabile; 3.460 lavoratori in mobilità lunga con cessazione dell'attività lavorativa al 4 dicembre 2011; 17.710 titolari di prestazione straordinaria a carico dei fondi di solidarietà al 4 dicembre 2011, o il cui accesso al fondo sia autorizzato dall'Inps o previsto da accordi collettivi; 6.890 esodati con rapporto risolto al 31 dicembre 2011 che non abbiano ripreso a lavorare e maturino la decorrenza entro il 2013; 950 lavoratori esonerati al 4 dicembre 2011; 150 lavoratori in congedo per assistere figli disabili.

Ed entro una settimana l’Inps invierà lettere agli interessati con le relative informazioni e l’invito a prendere visione del proprio estratto conto previdenziale e ad attivarsi prenotando un appuntamento presso gli uffici territoriali dell'Inps nel caso in cui vengano riscontrate carenze o inesattezze.

L’Inps, inoltre, ha chiesto a tutte le sedi periferiche di attivarsi perché le operazioni procedano nel più breve tempo possibile e, in ogni caso, non si protraggano entro il 30 settembre prossimo.

L'Istituto sta, inoltre, preparando altre disposizioni operative, fra telefonate e appuntamenti,  che consentiranno ai suoi dipendenti, ma anche ai contribuenti, di applicare al meglio le regole, e ha già elaborato liste di potenziali salvaguardati. Queste liste saranno trasferite alle sedi provinciali che dovranno aggiornare e validare le posizioni assicurative utilizzando anche una nuova funzione attivata nell'intranet aziendale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il