BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tredicesime statali e pensioni 2012 a rischio blocco. Commenti e risposta Governo Monti

Blocco tredicesime e pensioni? Un autogol per l’Italia



Congelamento delle tredicesime dei dipendenti pubblici e pensioni per buona parte dei pensionati? “Sarebbe un autogol per l’Italia” A lanciare l'allarme è la Confesercenti. Secondo l’associazione, i consumi sono già al lumicino e l'effetto sarebbe quello di ridurli ancor di più di altri 8 miliardi, con una contrazione di circa un punto percentuale.

L'ipotesi, però, non trova conferme, ma nemmeno smentite secche. “L'ho appreso dalle agenzie di stampa”, ha affermato il ministro della Pubblica Amministrazione Filippo Patroni Griffi.

Il premier Mario Monti ha poi chiarito che “nessun intervento ulteriore che penalizzerà i cittadini è all'orizzonte”. In una nota, l'associazione chiede al governo di smentire tale voce che avrebbe il solo esito di allontanare una qualsiasi forma di ripresa.

Se, infatti, “l'ipotesi di blocco delle tredicesime per dipendenti pubblici e pensionati dovesse trasformarsi in realtà, i danni per il Paese sarebbero ingentissimi, e gli italiani sarebbero costretti a trascorrere un Natale ‘in bianco’”ha commentato il presidente Codacons, Carlo Rienzi. Intanto, l'associazione dei commercianti, che ha chiesto al Governo di chiarire rapidamente, ha fatto anche qualche conto e ne è emerso che le tredicesime nette dei dipendenti pubblici e dei pensionati con assegni al di sopra dei mille euro ammontano a circa 16,1 miliardi .

Circa la metà va in consumi e quindi si sottrarrebbe all'economia reale una cifra pari a 8 miliardi di euro, con un cedimento dei consumi privati che passerebbe dal meno 1,7% stimato dal Governo a un valore negativo vicino al 2,7%. Ma se anche si puntasse solo al congelamento del 50% delle tredicesime si tratterebbe comunque di una taglio alla spesa di circa 4 miliardi di euro, con un impatto sui consumi di circa 4 decimali di punto, portando la flessione prevedibile all'interno del range compreso tra il -2,1% e il -2,4%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il