BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte di credito e bancomat all'estero 2012: regole e consigli utili per pagare e se si perde

Andare in vacanza e portare bancomat e carte di credito: cosa conviene di più e cosa fare se si smarrisce



Tempo di vacanze e viaggi, tempo di sviste che spesso possono compromettere le tanto agognate ferie. Pronti con le valige chiuse ci si appresta a lasciare l’Italia? Meglio non dimenticare a casa bancomat e carte di credito che, in ogni posto, d’Europa e non, potranno essere fedeli compagne.

Ogni volta che si parte è importante, infatti, verificare di non dimenticare a casa la propria carta di credito, perché, accettata praticamente ovunque, può essere un'ottima soluzione per risolvere piccoli contrattempi che possono verificarsi durante un viaggio, come per esempio pagare una notte extra in un albergo, affittare una macchina, fare una spesa imprevista.

Bisogna però ricordare che usando la carta di credito all’estero per valute diverse dall’euro, sarà calcolato il valore di cambio (per esempio tra euro e dollaro o euro e sterlina) del giorno in cui avete fatto l’acquisto. Per sicurezza conservate sempre tutte le ricevute del pagamento e controllate bene l’importo che viene digitato.

Se invece si sceglie di usare il contante, è sempre meglio fare il cambio valuta prima della partenza oppure nelle Poste o banche locali e non in albergo.  Altro consiglio utile prima della partenza è ricordarsi di portare sempre con sè in valigia il numero identificativo e la data di scadenza della carta stessa che potrebbero tornare molto utili in caso di smarrimento o furto.

Se ci si trova in questa situazione il consiglio è bloccare subito le prorpie carte, qualsiasi essa sia, prima ancora di sporgere la denuncia alle autorità di polizia e inviare poi una raccomandata, un fax o una e-mail alla vostra banca o alla società emittente. Prima di partire è bene scrivere i numeri dei servizi clienti delle carte per segnalare il blocco.

Per quanto riguarda l’uso del bancomat all’estero, prima della partenza, è bene accertarsi se il proprio bancomat è abilitato anche per pagamenti presso i pos dei negozi e prelievi negli Atm (gli sportelli automatici) all’estero utilizzando il circuito Cirrus/Maestro, circuito molto diffuso in Europa, un po’ meno negli Usa e in Marocco, per esempio.

E’ bene poi sapere che il bancomat internazionale, a differenza della carta di credito, è molto più conveniente per il prelievo di contante perché le commissioni sono più basse rispetto a quelle delle carte di credito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il