BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero farmacie oggi giovedì 26 luglio 2012. Rimangono aperte comunali per emergenze

Saracinesche chiuse per le farmacie. Aperte solo quelle di turno



Chiuse oggi, giovedì 26 luglio, le farmacie di Italia: l'annuncio è stato dato dal presidente di Federfarma, Annarosa Racca. Aperte le farmacie di turno e quelle comunali e pubbliche. La protesta è contro i tagli della Spending Review.

Il decreto, infatti, individua per la farmaceutica territoriale un nuovo tetto di spesa pari all'11,5% (rispetto al precedente 13,3%), mentre per la farmaceutica ospedaliera il nuovo tetto è del 3,2% (rispetto al precedente 2,4%).

Secondo Federfarma, le norme sulla spending review mettono a rischio circa 20.000 posti di lavoro su un totale di 64.000 persone che lavorano nelle farmacie e prevedono tagli, nel 2013, per ulteriori 40.000 euro per ogni singola farmacia, oltre alle trattenute già previste.

E mentre anche il pubblico impiego, sempre contro i tagli della Spending Review, ha deciso che scenderà in piazza il prossimo 28 settembre, malcontenti si manifestano anche per l’abolizione delle Province e l’anno scolastico forse a rischio,  nonostante le rassicurazioni del ministro dell’Istruzione Profumo.

Secondo, infatti, il presidente dell'Unione Province Italiane, Giuseppe Castiglione, “In queste condizioni il nuovo anno scolastico non potrà avere un avvio regolare. I tagli pari a 500 milioni aggiunti alle sforbiciate precedenti e a bilanci già approvati diventa un onere insostenibile”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il