BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Referendum anticasta: firme sono numerose. Obiettivo si può raggiungere

Numerosissime le firme già raccolte: i limiti del referendum



Si potranno raccogliere ancora fino al 30 luglio le firme per il referendum anti casta dal titolo ‘Tagli agli stipendi d’oro dei parlamentari’ ma sono già tantissime quelle raccolte, tanto che il Comitato promotore pensa di poter centrare l’obiettivo delle 500.000 firme entro lunedì prossimo, termine ultimo per sottoscrivere la richiesta di Referendum abrogativo parziale sulla legge per le indennità ai nostri parlamentari.

Nonostante, dunque, i partiti non abbiano sostenuto l’iniziativa, la raccolta di firme si è diffusa rapidamente in rete, e Reggio Emilia è uno dei comuni italiani che hanno risposto meglio all’appello: le firme già archiviate dovrebbero essere oltre 1500, raccolte in sei diversi sportelli.

Ciò che però mette in dubbio la legittimità dell’iniziativa è che le firme non possono essere raccolte un anno prima dello scioglimento delle Camere e sei mesi dopo le elezioni. Si tratta, d’altro canto, di un limite di cui i comitati promotori sono consapevoli.

Ma gli organizzatori dicono: “Intanto le abbiamo raccolte e l'anno prossimo le consegneremo”. Nel frattempo, il Comitato del Sole ha sospeso la raccolta di firme, per poi riprenderla in autunno. Si tratta di un’organizzazione diversa dal Comitato Popolare: il primo sta promuovendo una raccolta firme a sostegno di un altro referendum per ridurre gli stipendi dei parlamentari, mentre il secondo si sta concentrando sulle diarie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il