BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sistri: tavolo tra Governo, associazioni e imprese per risolvere problemi

Un tavolo per cercare una soluzione entro quest'anno: il destino del Sistri



“Il Sistri non può essere messo da parte. E’ un progetto che non può trovare una soluzione definitiva in tempi brevi ma è uno strumento importante di lotta alle ecomafie ed è fondamentale evitare anche solo di dare l’impressione che il governo sia disattento sul fronte dei controlli”: il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, auspica al più presto l'apertura di un tavolo con tutte le parti interessate al sistema, dopo l’ennesima proroga della sua entrata in vigore fino al 30 giugno 2013.

Accertata la necessità di trovare alternative ad esso, il Pd, attraverso il senatore Enzo De Luca, ha chiesto al ministro Passera di anticiparne l’entrata in vigore. In realtà, il sistema ha la necessità di essere migliorato, tecnicamente e operativamente, e questo è un fatto ormai accertato dai test e dalle valutazioni condotte dagli operatori del settore, ma il ministro Passera ha detto: “Pur condividendo l’obiettivo della tracciabilità e della lotta alla criminalità, condividiamo l’opinione delle imprese per una maggiore semplicità, un minor costo e un migliore funzionamento”.

Passera ha, inoltre, più volte ribadito la necessità di “trovare una soluzione definitiva e in tempi ragionevolmente brevi”, ribadendo anche la totale disponibilità a riunire attorno a un tavolo tutte le parti coinvolte (governo, imprese e associazioni) per cercare una soluzione entro quest'anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il