BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu seconda rata: simulazione calcolo principali città. Aliquote record

Stangata Imu per la seconda rata: dove si pagherà di più



Roma, Napoli. Bologna, Genova, Perugia e Milano: queste le città in cui la seconda rata dell’Imu si farà sentire più pesante che mai.

Stangata Imu non solo per la prima rata: se, infatti, si è registrato un record per le grandi città che hanno pagato in media il 54% in più rispetto alla media nazionale, pesante soprattutto per i contribuenti romani, che hanno versato il doppio rispetto agli altri contribuenti italiani, secondo la fotografia scattata sul primo acconto Imu dal Caf della Cisl su dati reali, versamenti effettivi, effettuati da circa 1,2 milioni di contribuenti, rappresentativi però solo dell'imposta pagata da lavoratori dipendenti e pensionati, ci si prepara ad un vero e proprio record Imu per la seconda rata, cosa prevedibile già da mesi fa.

Rispetto, infatti, all’acconto per la seconda rata i contribuenti dovranno aspettarsi un aumento fino all’80%. Secondo i calcoli effettuati dall'Ufficio studi della Confedilizia, l'applicazione della maggiore aliquota deliberata dai vari Comuni, rispetto a quella base uniformemente adoperata per la prima rata e pari al 7,6 per mille, avrà effetti molto pesanti, soprattutto per chi ha affittato con contratti liberi.

Prendendo come campione un immobile di categoria A/2, cinque vani, in zona semiperiferica, nelle città di Roma, Napoli e Perugia, ad esempio, dove per la seconda rata si applicherà un'aliquota del 10,6 per mille, l'aggravio rispetto alla prima rata sarà del 79%.

A Roma, partendo da una rendita catastale di 787,60 euro, se la prima rata è stata di 503 euro, la seconda sarà di 900, per un totale di 1.403 euro. A Napoli, partendo da una rendita catastale di 800,51 euro e da una prima rata di 511 euro, a settembre si pagheranno 915 euro, per un totale di 1.426. I contribuenti di Milano hanno invece pagato in media 99 euro per la prima casa (+18% rispetto alla media nazionale) e 224 per la seconda +39%.


Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il