BusinessOnline - Il portale per i decision maker








San Raffaele: tagli e licenziamenti personale a causa dei conti in rosso

San Raffaele in crisi: al via drastico piano di tagli



Nei primi 5 mesi del 2012 l'Ospedale San Raffaele ha perso 21 milioni di euro, “una situazione insostenibile che necessita tempestivi interventi per mettere in sicurezza l'azienda”, secondo il cda che ha informato le organizzazioni sindacali di voler dare una sforbiciata ai costi anche con una riduzione dell'organico, previo confronto.

“Tale azione, assicura il cda del San Raffaele, non impatterà sugli standard assistenziali e sulla qualità delle prestazioni ai pazienti”. La struttura sanitaria, fondata da don Verzé, è alle prese con l'onda lunga della crisi di bilancio che nei mesi scorsi l'ha portata sull'orlo del crac (con 1,5 miliardi di debiti). ‘La situazione è grave’.

Così, a un anno e mezzo dall'esplosione della crisi finanziaria e a quasi tre mesi dall'ingresso della nuova proprietà, sull'ospedale San Raffaele s'abbatte la scure dei tagli.

Drastico il piano di riduzione dei costi che prevede tra l’altro l’eliminazione di ogni posizione lavorativa non strettamente necessaria. L'annuncio è contenuto in una lettera inviata ai sindacati, ed è firmata da Nicola Bedin, 35 anni, amministratore delegato del San Raffaele, ospedale che dallo scorso 11 maggio appartiene all'imprenditore Giuseppe Rotelli (primo azionista anche del Corriere della Sera con il 16%, fuori patto).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il