BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Agosto 2012: migliori tassi interesse variabili e fissi. Offerte a confronto

Calano le richieste di mutui: le migliori offerte d’estate



Resta debole la domanda dei mutui, caratterizzata dalla consapevolezza dei cittadini che è sempre più difficile per le banche a prestare denaro. Intanto lo spread, differenziale sui titoli che tanto negli ultimi mesi ci preoccupa e che si ripercuote sui tassi d’interesse dei mercati interbancari con conseguente inasprimento dei costi al dettaglio, dopo essere un pò sceso, è tornato a salire.

Nel primo semestre del 2012, in generale, sono calate sia le quotazioni che le compravendite, complice la crisi e la stretta creditizia. Secondo un’indagine della Fiaip torinese, la Federazione degli agenti immobiliari, l'approccio del mondo bancario ha due risvolti, perchè da un lato i grandi istituti hanno diminuito le nuove erogazioni in una forbice compresa tra il 50 e il 57%, più elevata della media nazionale che registra meno 47%.

E dall'altro, aumentano le erogazioni da parte delle banche a diffusione regionale, che fanno segnare un incremento del 15-16%. Chi comunque decide di accendere un mutuo oggi, è bene che valuti le diverse offerte del momento.

Tra le migliori in questo inizio mese di agosto 2012, prendendo in esame una richiesta media di euro 120 mila da rimborsare in 25 anni sia a tasso fisso che indicizzato con loan to value del 60% e finalità di acquisto prima casa, secondo i dati Mutuisupermarket, il migliore prodotto variabile in termini di taeg è quello di Webank con il 3,26%, e tasso finito composto dall’euribor a tre mesi più uno spread del 2,80%, seguono le offerte di BNL ed Ing Direct.

Per quanto riguarda il tasso fisso, la migliore offerta è sempre di Webank, che ha un taeg del 5,51% e spread del 3,20% in aggiunta all’Irs di periodo; a seguire troviamo le offerte Cariparma e BNL.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il