Pensioni 2012-2013: partiti pronti a cambiare riforma Fornero. Si potrà andare prima

Andare in pensione prima: come fare



Tutti pronti ad una contro-riforma Fornero: i partiti sono intenzionati a cancellare i provvedimenti approvati dal governo Monti per tornare a una situazione simile a quella di qualche mese fa.

Pochi giorni prima della pausa estiva, la Camera ha approvato un ordine del giorno che unifica 5 proposte di modifica del mercato pensionistico, provenienti da diverse aree politiche: Damiano (PD), Dozzo (Lega) e Paladini (Idv) e che ha ricevuto il voto favorevole anche di Pdl, Udc e Fli.

Più nel dettaglio, sembra che PD e Pdl abbiamo un comune interesse nel ritoccare la pensioni, in quanto è stato già consegnato un testo quasi congiunto che riconosce la possibilità di andare in pensione a soli 58 anni. Il nuovo processo prevedrebbe un periodo di test fino al 2017 e permetterebbe a uomini e donne di andare in pensione rispettivamente a 58 e 57 anni, fino al 2015; poi a 59 e 58 anni, fino al 2017, mantenendo pur sempre il requisito fondamentale di aver accumulato almeno 35 anni di contributi, in cambio di un assegno mensile rimodulato sulla base del nuovo sistema contributivo introdotto con l’ultima riforma, e quindi, sostanzialmente più leggero.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il