BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Taglio rating banche italiane da Fitch. Elenco istituti. Previsioni negative Pil 2012-2013

Fitch declassa sette banche italiane: i motivi



L'agenzia Fitch ha tagliato nuovamente il rating di alcuni istituti di credito italiani, sette per la precisione. Questo nuovo taglio segue quello di metà agosto stabilito da Standard & Poor's che aveva declassato quattro banche italiane.

Inoltre, Fitch minaccia il rating di tripla A degli Usa e vede nero sull'Italia, con una previsione di Pil negativo dell'1,9% per quest'anno e crescita zero il prossimo. Nel dettaglio Banca Popolare di Sondrio, Banco di Desio e della Brianza sono state declassate a 'BBB+' da 'A-'; Banca Popolare di Milano a 'BBB-' da 'BBB'; Banca Carige, Banca Popolare di Vicenza, Credito Valtellinese e Veneto Banca a 'BB+' da 'BBB'.

Confermati invece i giudizi 'BBB' per Banca Popolare dell'Emilia Romagna a 'BBB+' per Credito Emiliano. L'outlook è negativo per tutte le banche a causa della pressione esercitata dal difficile contesto operativo. La liquidità dei nove gruppi bancari ha, infatti, subito pressioni nell'ultimo anno, e le condizioni di finanziamento si sono deteriorate, con tutte le banche che hanno richiesto fondi alla Bce, sebbene in differenti misure.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il