BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati e lista Inps per pensione: come fare iscrizione, requisiti e data scadenza domanda

Esodati: come presentare istanza per andare in pensione dopo lettera Inps



Sarà completato entro martedì 21 settembre 2012 l’accertamento dei nominativi da parte dell’Inps di tutti coloro che avrebbe diritto al trattamento pensionistico previsto dalla deroga alla riforma delle pensioni del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero.

I 65.000 esodati salvati dal decreto interministeriale di venerdì primo giugno dovrebbero accedere alla lista definitiva per andare in pensione con i vecchi requisiti in modo molto semplice. Chi ha ricevuto la lettera dell’Inps potrà recarsi, previo appuntamento contattando il numero verde 803 164, presso patronati e sportelli di consulenza Inps allo scopo di verificare, ed eventualmente correggere, la propria attuale posizione previdenziale.

I lavoratori interessati alla salvaguardia sono i lavoratori collocati in mobilità sulla base di accordi sindacali stipulati anteriormente al 4 dicembre 2011; i lavoratori in congedo per assistere i figli con disabilità grave; e i lavoratori il cui rapporto di lavoro si sia risolto entro il 31 dicembre 2011, in ragione di accordi individuali e che siano in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi che, secondo quanto previsto dalla normativa precedente alla riforma pensionistica, avrebbero comportato la decorrenza del trattamento pensionistico entro un periodo non superiore a 24 mesi dalla data di entrata in vigore del decreto legge n. 201/2011, cioè entro il 6 dicembre 2013, non devono essersi rioccupati in nessun’altra attività.

Chi ha interrotto il proprio rapporto di lavoro sulla base di accordi individuali piuttosto che collettivi, così come tutti gli esonerati dalla Pubblica Amministrazione piuttosto che in congedo temporaneo e straordinario, dovranno esplicitamente chiedere di venir inclusi nel su indicato elenco.

Per farlo avranno tempo sino a mercoledì 21 novembre 2012 inviando la propria richiesta, corredata di tutta la documentazione necessaria, alla propria Direzione Territoriale del Lavoro che, in un secondo momento, provvederà a recapitarla all’Inps.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il