BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola 2012 e graduatorie per essere assunti come insegnanti. Il nodo precari

Chi potrà accedere al concorso per la scuola 2012, graduatorie e prove da superare



Coloro che hanno l’abilitazione all’insegnamento conseguita entro la data di scadenza del termine per la presentazione della domanda; per la primaria, chi ha titoli di studio conseguiti al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’anno scolastico 1997-1998, o comunque conseguiti entro l’anno scolastico 2001-2002; per i posti della scuola dell’infanzia, possono partecipare coloro che sono in possesso del titolo di studio conseguito al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali della scuola magistrale, o dei corsi quadriennale o quinquennale sperimentale dell’istituto magistrale, iniziati entro l’anno scolastico 1997-1998, o comunque conseguiti entro l’anno scolastico 2001-2002.

Queste le persone che potranno partecipare al concorso per la scuola 2012, il primo indetto dall’ormai lontano 199. Per medie e superiori, poi, possono partecipare quanti alla data di entrata in vigore del D.I. 24 novembre 1998, n.460 erano già in possesso di un titolo di laurea o di un diploma conseguito presso le accademie di belle arti e gli istituti superiori per le industrie artistiche, i conservatori e gli istituti musicali pareggiati, gli ISEF, che alla stessa data di entrata in vigore del suddetto decreto consentivano l’ammissione ai concorsi ordinari, o ancora coloro che abbiano conseguito quei titoli entro l’anno accademico 2001-2002, se si tratta di corso di studi quadriennale o inferiore; entro l’anno accademico 2002-2003, se si tratta di corso di studi quinquennale; entro l’anno accademico 2003-2004, se si tratta di corso di studi esennale.

La domanda per parteciparvi dovrà essere presentata entro il 24 ottobre. I nuovi posti a disposizione saranno 11892, che si insedieranno da settembre 2013. Questi, saranno poi raddoppiati pescando dalle graduatorie, per un totale di 24mila nuovi docenti che saliranno in cattedra tra 12 mesi, nelle scuole di ogni ordine e grado.

A inizio 2013, invece, sarà la volta del concorso a cattedre: le docenze messe a bando saranno non più di 5mila, meno della metà, dunque, per un totale di 10 mila nuovi assunti, con il raddoppio delle graduatorie, che si insedieranno a inizio anno scolastico 2013/ 2014.

Questo meccanismo sarà poi riproposto nell’arco di sei mesi, per un totale di 34mila nuovi contratti a tempo indeterminato per maestri e professori. E si tratta, come ha spiegato il ministro dell’Istruzione Profumo, di un meccanismo che “servirà a smaltire gradualmente le graduatorie di accesso alla professione di insegnante, che in poco più di un decennio hanno accumulato un esercito di 163mila precari”.

Per ‘diventare insegnante’, il candidato dovrà rispondere entro 50 minuti correttamente ad almeno 40 quesiti. Chi supererà la preselezione potrà accedere alla prova scritta, che si svolgerà a gennaio 2013 e consisterà in una prova di verifica delle competenze disciplinari con domande su argomenti specifici; chi poi supererà la prova scritta sosterrà quella orale, che consisterà in una simulazione di una lezione per verificare l’abilità didattica dell’insegnante. Le prove d’esame si concluderanno alla fine di luglio 2013.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il