BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblici e precari tagli in Spending Review Monti-Patroni Griffi:sciopero generale vicino

Sciopero generale in programma il 28 settembre: i motivi



E' stato indetto per il prossimo 28 settembre da Cgil e Uil lo sciopero generale contro i tagli previsti dal ministro Patron Griffi nella spending review sul pubblico impiego.

Le nuove misure prevederebbero, infatti, un taglio lineare dei dipendenti con il 20% per i dirigenti e il 10% per gli impiegati. Saranno complessivamente 100mila i precari del pubblico impiego che rimarranno a casa per effetto della spending review, secondo la Fp-Cgil. Fuori dalla protesta la Cisl perchè, spiega il segretario confederale, Gianni Baratta, “fino a quando c’è un tavolo negoziale lo sciopero non si fa”.

Secondo Cgil e Uil l'incontro con il ministro non ha modificato i motivi di dissenso sulle scelte della spending review ed ecco perché sono decisi a proseguire nello sciopero.

Anche i medici di base e pediatri hanno minacciato una mobilitazione di diversi giorni, contro il tentativo delle Regioni di stravolgere il decretone Balduzzi a scapito della categoria e dei pazienti.

Quel che viene contestato è il tipo di rapporto di lavoro, che si vorrebbe trasformate da autonomo a dipendente, e la previsione di un tetto individuale alla spesa, che penalizza alcuni soggetti più deboli deteriorando il rapporto fiduciario medico-paziente. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il