BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Test medicina 2012: domande e risultati. Aumentano le proteste

Proteste sui test di medicina di ieri. Pronte manifestazioni



Si sono svolti ieri i primi test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso che hanno visto impegnati per primi gli aspiranti medici. Da molti considerati limitativi e per niente indicativi della preparazione specifica degli studenti, i test hanno proposto domande su argomenti di attualità e cultura generale fra spread, Imu e muro di Berlino.

Secondo gli studenti la difficoltà sono stati i quiz di biologia. Secondo quanto riferito da alcuni studenti che hanno sostenuto i test, la domanda sullo spread era attesa, l’Imu compariva nella parte di matematica, mentre le domande di logica e cultura generale erano più facili di quelle presenti nei testi di simulazione. Facili anche le domande di chimica, fisica e matematica.

La pubblicazione dei risultati dei test avrà luogo sul sito ufficiale del MIUR ma si sa che gli aspiranti dottori sono troppi e solo 1 su 8 riuscirà ad indossare il camice bianco. Ma ieri in tutta Italia si sono svolti flash-mob e contestazioni degli studenti contro i test a numero chiuso, per richiedere l'eliminazione di ogni barriera all'accesso all'università.

A Roma, Bari, Padova, Milano, Pisa, Siena e in tante altre città sono stati srotolati degli striscioni con scritto: ‘Profumo di chiuso’. Annunciata, inoltre, una mobilitazione costante che culminerà nella manifestazione del 12 ottobre e gli studenti ribadiscono “Continueremo a batterci per l'eliminazione del numero chiuso all'università e per una totale ripubblicizzazione dei nostri atenei. E’ necessario tornare in piazza contro le politiche distruttive di questo governo che ha alzato le tasse a tutti gli studenti con i provvedimenti contenuti nella spending review e continua ad essere sordo alle richieste del mondo studentesco. Contro ogni barriera all'accesso e qualsiasi aumento delle tasse universitarie saremo in piazza il 12 ottobre”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il