BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Alcoa: incontro per vendita azienda con Glencore. Interesse c'è ma soluzione difficile

Protesta operai a 60 metri di altezza. Glencore interessata all’acquisto dello stabilimento



Continua senza sosta la protesta degli operai di Alcoa: uno degli operai saliti sul silo dell'Alcoa a Portovesme ha detto: “Chiediamo che l'Alcoa scriva un documento in cui ci dica che non fermerà i terzi blocchi. Noi vogliamo il documento. Come facciamo ad andare avanti? Non c'è più niente. Dobbiamo combattere. Scenderemo solo quando l'Alcoa ci darà un documento scritto in cui ci dirà che non fermerà i terzi blocchi”.

Altra giornata difficile, dunque, per la vertenza Alcoa e, mentre da tre operai sono saliti per protesta su un silo di oltre 60 metri nello stabilimento di Portovesme, il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, ha incontrato i vertici della multinazionale svizzera Glencore che, secondo quanto riferito da Cappellacci, ha confermato un interesse all'acquisto dello stabilimento Alcoa di Portovesme, a condizione che vengano definite le questioni relative al costo dell'energia, all'ottimizzazione dei processi di produzione e alle infrastrutture”.

Secondo il governatore della Sardegna, ora bisogna “accelerare i tempi e risolvere le problematiche che causano delle diseconomie affinchè la trattativa per il passaggio dello stabilimento ad un altro soggetto possa scorrere su un binario definito e idoneo a condurre verso la soluzione auspicata”.

Cappellacci ha, infine, aggiunto che “Per salvaguardare l'occupazione e rilanciare una realta' strategica per l'Italia come Portovesme occorre fare tutto il possibile e, qualora fosse necessario, anche l'impossibile”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il