BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: non c'è soluzione per tutti secondo Cgil. Pd pronto a cambiare Decreto Fornero

Mastropasqua rassicura ma per la Cgil persiste il problema esodati



Nonostante il presidente dell’Inps, Antonio Matsropasqua, sostenga che “Sugli esodati non c’è alcun balletto di cifre: a oggi sono circa 200mila e non c’è nessuno senza lavoro o pensione, perché i provvedimenti hanno coperto i prossimi anni” e che “La cifra ufficiale è quella che esce dagli atti parlamentari, per cui governo e parlamento hanno tutelato circa 120.000 persone cosiddette esodate e altre 70-80.000 sono quelle che invece avevano già maturato i requisiti al 31/12/2011”, secondo la Cgil non esisterebbe davvero una soluzione per tutti.

“Il presidente dell'Inps, Mastrapasqua insiste nel dire che il problema degli esodati è risolto, ma sbaglia” ha detto Vera Lamonica, segretario confederale della Cgil. “Dopo gli interventi legislativi ci sono ancora migliaia di persone che continuano a non essere coperte da nessuna garanzia e che rischiano di rimanere senza stipendio e senza pensione.

Ora il numero reale degli esodati, secondo i vertici dell'istituto di previdenza, corrisponderebbe esattamente a quello definito dal ministro del Welfare, Fornero e dal Parlamento. Tutti gli altri sono fantasmi? Si tratta evidentemente di un'affermazione che viene smentita dai fatti ogni giorno e per noi il problema sarà risolto solo quando a tutte le persone coinvolte verrà garantito il diritto alla pensione”.

Intanto Cesare Damiano del Pd annuncia che il partito è pronto ad impegnarsi a cambiare la riforma delle pensioni se non si risolve il problema delle persone che hanno lasciato il lavoro e non hanno una copertura previdenziale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il