BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola 2012: il nodo dei requisiti e delle graduatorie. I precari contro e non solo

Precari in protesta contro il nuovo concorso per la scuola: la situazione



La polemica sui requisiti richiesti per accedere al nuovo concorso per la scuola non accenna a placarsi. Il malcontento regna sia per i 20mila laureati ammessi a frequentare i TFA, sia fra i precari che hanno pagato e seguito le SSIS e per cui ci si chiede cosa accadrà. Le polemiche incalzano anche sul web e corre la voce della protesta su Facebook.

E continuano a far sentire forte la loro voce i precari che, a quanto pare saranno esclusi dal prossimo concorso. Per questo si sono riuniti in un sit in davanti al ministero pronti a bloccare l'assegnazione delle cattedre, esprimendo la volontà che questo concorso sia equo e aperto a tutti.

Al momento possono accedervi, secondo quanto indicato da ministero, coloro che siano in possesso dell’abilitazione; docenti in possesso del titolo di laurea, purchè conseguito entro il 2001/02 per corsi quadriennali, 2002/03 per i corsi quinquennali e 2003/04 per i corsi esaennali; diplomati (ISEF, Conservatori, Accademie) che hanno conseguito i diplomi entro l’anno in cui si conclude il periodo prescritto dal relativo piano di studi a decorrere dall’anno accademico 1998/99 (DI 460/98 Art. 2): sono queste le categorie di aspiranti insegnanti che potranno prender parte al nuovo concorso per la scuola bandito per quest’anno.

Circa 12 mila i nuovi posti disponibili e le domande per accedervi dovranno essere presentate entro e non oltre il prossimo 24 ottobre. Il concorso partirà da una preselezione, che consisterà in un test a risposte multiple (quiz) su temi di informatica e sulle lingue e sarà uguale per tutte le classi di concorso e il candidato dovrà rispondere entro 50 minuti correttamente ad almeno 40 quesiti.

Coloro che supereranno la preselezione potranno accedere alla prova scritta, che si svolgerà a gennaio 2013 e consisterà in una prova di verifica delle competenze disciplinari con domande su argomenti specifici.

Chi supererà la prova scritta sosterrà poi quella orale, che consisterà in una simulazione di una lezione per verificare l’abilità didattica dell’insegnante. Le prove d’esame si concluderanno alla fine di luglio 2013. Per altre 12000 immissioni, sarà indetto a maggio 2013 ulteriore concorso dedicato a coloro che, inseriti nelle graduatorie, già da anni insegnano.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il