BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread btp-Bund: come funziona il piano di Draghi e Bce approvato ieri ufficialmente

Il piano Draghi fa volare le Borse. Scende lo spread. Le misure



Il piano antispread della Bce fa volare le borse oggi: Wall Street ai livelli pre-crisi; Tokyo e Hong Kong hanno aperto stamani in netto rialzo; Milano ha chiuso ieri a +4,3%. E scende lo spread tra Btp e Bund tedeschi: dopo il deciso calo di ieri, anche oggi il differenziale gode del piano annunciato da Mario Draghi e si porta a 360,6 punti, con un rendimento del 5,16%.

E’, dunque, piena vittoria per le misure annunciate e realizzate dal presidente della Bce Draghi, nonostantee le ‘avversità’. Sì al piano di acquisti di titoli di Stato deciso dall’Eurotower, i bond che Francoforte si prenderà in carico non saranno privilegiati e correranno dunque gli stessi rischi di quelli acquistati dagli altri, e l'Eurotower comprerà, senza limiti quantitativi fissato ex ante, i titoli di Stato dei Paesi che richiedono l'assistenza finanziaria dell'Europa, mettendo di fatto in gioco le sue imponenti risorse finanziarie: questo il punto principale su cui si basa il piano di risanamento dell’economia Ue proposto da Draghi.

Le decisioni su avvio, svolgimento e sospensione degli acquisti saranno prese dal Consiglio Bce in assoluta indipendenza e nel rispetto del suo mandato di politica monetaria. Draghi ha spiegato che il nuovo piano di acquisti di bond sostuirà il piano precedente e il suo nome tecnico è ‘Outright monetary transactions (Omt), nuovo programma di acquisto di titoli di Stato, acquisti che scatteranno solo dopo che nel Paese beneficiario sarà stato attivato o un piano di aiuti vero e proprio, con riforme e aggiustamenti da attuare.

Ma non solo: il piano prevede anche impegni per le riforme, perché in cambio degli acquisti dei titoli di Stato, la Bce concorderà con lo Stato richiedente tempi e modalità delle riforme istituzionali necessarie a mettere in sicurezza i conti pubblici sul lungo periodo, sottoscrivendo un memorandum, che diventerà un impegno stringente per il paese che beneficerà degli aiuti.

Come conseguenza di questa condizione, il piano prevede che in assenza delle riforme concordate la Bce si riserva di interrompere i suoi acquisti e questa condizione ha rappresentato una svolta nella trattativa, decisiva per ottenere il consenso della cancelliera tedesca Angela Merkel.

Il blocco degli acquisti può scattare anche nel caso in cui gli acquisti non fossero ritenuti più necessari. Nel caso di singoli paesi, inoltre, la Bce cercherà il coinvolgimento del Fondo Monetario Internazionale

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il