BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa: è scontro sui nomi dei docenti pubblicati online che avrebbero scritto le domande dei test

Tfa errati: i professori citati allontanano ogni responsabilità



Continuano le polemiche sui test di ammissione ai Tfa, tirocini formativi attivi dedicati a tutti coloro che vogliono intraprendere la professione dell’insegnamento. Migliaia di aspiranti insegnanti, infatti, lo scorso luglio hanno affrontato la prima prova di accesso di Tfa, divisa in classi di materie.

I candidati, per essere ammessi ai due livelli successivi, dovevano rispondere in maniera corretta ad almeno 42 quesiti su un totale di 60, ma il numero dei ‘bocciati’ ha notevolmente superato le aspettative a causa degli errori nelle domande. Così il Ministero ha reso noto che sarà possibile accedere agli atti delle prove, consultabili sul sito del Ministero.

Dal ministero stesso hanno, inoltre,  spiegato che i test somministrati ai candidati sono stati elaborati da commissioni nominate dal ministro il 5 agosto 2011 e secretati, per ovvie ragioni di sicurezza, chiamando in causa direttamente la Gelmini e l’attuale ministro dell’Istruzione Profumo ha anche fornito i nomi di coloro che hanno elaborato le domande, creando non poco scompiglio.

Il gruppo di professori chiamati in causa, infatti, che secondo il Decreto di nomina del MIUR avrebbero la responsabilità dei disastrosi test dei Tfa, denunciano di non avere nulla a che fare con gli errori riscontrati, nonostante il Miur li abbia indicati come i compilatori dei quesiti errati.

Per questo Adida (Associazione Docenti Invisibili Da Abilitare) chiede ancora chiarezza e trasparenza sull’assurdità di questi test che non rappresentano semplicemente delle ‘cose’ perchè dietro di essi, come sottolineato dall’Associazione, ci sono persone, docenti precari scartati da una prova inadeguata che, oltre tutto,  non si riesce ancora a capire da chi sia stata elaborata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il