BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pagamenti 50 euro con bancomat obbligatori. No commercianti e Governo frena

Obbligo uso bancomat per pagamenti superiori ai 50 euro: Confocommercio e Codacons non ci stanno



Nuove ricette mediche elettronica, tessera unica per dati d'identità e sanitari, sviluppo della banda larga e uso obbligatorio del bancomat per spese sopra i 50 euro: queste le novità contenute nel decreto Sviluppo 2, a cui sta lavorando il governo.

Ma sul bancomat obbligatorio, mentre il ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, sostiene “Daremo massimo sviluppo alla moneta elettronica”, la Confcommercio frena. Secondo quanto stabilito dal dl, da luglio 2013 gli esercenti dovranno accettare solo moneta elettronica per importi superiori ai 50 euro.

Ma sull'obbligo dei pagamenti con bancomat oltre i 50 euro, secondo la Concommercio non servono obblighi universali, ma riduzione di costi e commissioni. E' evidente che la modernizzazione del sistema dei pagamenti è un aspetto rilevante della modernizzazione del sistema-Paese.

Il perseguimento di questo obiettivo non può però significare introduzione, con tempi stringenti, di obblighi universali di accettazione degli strumenti di moneta elettronica.

Ci deve essere una chiara relazione tra crescita dei volumi delle transazioni ed abbattimento dei costi. Anche l'associazione dei consumatori Codacons critica quello che definisce “l'ennesimo inutile regalo alle banche”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il