Caccia Piemonte bloccata dal Tar: la Regione non ci sta. Le ultime notizie

Bloccata la stagione della caccia in Piemonte: la decisione del Tar



E’ stata sospesa l’attività venatoria nei due ambiti territoriali di caccia del Novarese: la presidente dell’Atc 1 Novara Ticino Anna Brustia ha comunicato di aver ricevuto la comunicazione ufficiale dalla Regione Piemonte  che impone la sospensione totale di qualunque attività venatoria, compreso l’addestramento cani.

Inoltre, secondo quanto precisato dalla stessa Brustia, lo stop regionale riguarda anche la caccia di selezione che comprende le battute per abbattere quote predeterminate di selvaggina, (come nutrie, cinghiali, caprioli e daini) ritenuta nociva per le coltivazioni agricole e per la sicurezza del transito degli autoveicoli sulle strade della provincia.

Nei due Atc novaresi che coprono rispettivamente il territorio compreso tra Ticino e Agogna ad Est (presieduto da Anna Brustia) e tra Agogna e Sesia ad Ovest) sono iscritti per svolgere l’attività venatoria quasi 4 mila cacciatori. La stagione della caccia, che avrebbe dovuto prendere il via domenica 16 settembre, è stata bloccata dal Tar Piemonte ma la Regione non ci sta.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il