Multe quota latte riscosse da Governo Monti, mentre si è in attesa delle nuove

Quote latte: con abolizione prezzo più basso



“Sulle quote-latte il Governo Monti si gioca una parte significativa della sua credibilità verso il mondo agricolo”, secondo l’on. Teresio Delfino, capogruppo Udc in Commissione Agricoltura, che ha spiegato anche “Ad oltre 3 anni dall’approvazione della legge 33/2009 nulla è successo sulla riscossione delle multe dovute dai produttori che per regolarizzare la loro posizione erano stati incentivati con l’assegnazione gratuita di oltre 6 milioni di quote-latte, soggette a revoca qualora non si fossero adeguati alla normativa”.

E auspica: “Il Governo Monti deve cancellare questa iniqua sperequazione subita dalla larga maggioranza dei produttori che, con oneri molto gravosi, si erano a suo tempo regolarizzati. Un Governo che fa del rigore, dell’equità e della legalità i principi inderogabili per rilanciare la crescita e lo sviluppo, non può tollerare ulteriormente la situazione”.

Si attende, dunque, per il mondo del latte in Europa una frenata dei prezzi, molto più pesante nel Centro e nel Nord che non in Italia. Secondo Tommaso Mario Abrate, responsabile del settore lattiero caseario di Fedagri-Confcooperative, recentemente nominato vicepresidente del Gruppo Consultivo Latte in Europa, l’abolizione delle quote latte è stata una decisione più subita dall'Italia che voluta nei negoziati europei, analizzamdo alcuni aspetti rilevanti del settore: dalle quote latte alle multe per gli splafonatori, dall'Italian sounding alla soluzione per il mondo cooperativo di dotarsi di un portavoce.

Secondo le stime degli economisti del settore, il superamento delle quote lattiere produrrà un assestamento al ribasso dei prezzi del 16%, mediamente, che si ridurrà all'8% per l'Italia, in forza del suo modello produttivo incentrato sui formaggi Dop, scenario questo in grado di produrre 'uno sconvolgimento degli assetti attuali, soprattutto nei Paesi della fascia mediterranea nei quali è maggiore il frazionamento produttivo e competitivo.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il