BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola 2012: posti disponibili assegnati per regione. Le stime del Ministero

Posti concorso scuola più al Sud che al Nord.



I posti disponibili per il concorso della scuola 2012 saranno più disponibili al Sud e nelle regioni dell'Italia centrale. Saranno Campania, Sicilia, Lazio, e Puglia a vantare, secondo le stime del Ministero, il maggior numero di posti disponibili nella ripartizione delle 11.892 cattedre disponibili per il concorso che verrà bandito il prossimo 24 settembre.

I tecnici del ministero stanno lavorando alla definizione del bando e alla distribuzione dei posti tra le diverse materie di insegnamento e i gradi di istruzione. Il criterio adottato è quello della stima dei pensionamenti dei prossimi tre anni, in base alle novità introdotte dalla legge Fornero e all'età degli insegnanti, che al Sud sono mediamente più anziani. 

Pochi, rispetto al Sud, i posti che resteranno disponibili al Nord. Intanto, iniziano a circolare le informazioni relative alle prove d'esame, che dovrebbe partire con quiz di preselezione, composto da 50 domande a risposta multipla: 15 di logica, 15 di comprensione del testo, 10 di informatica e 10 di lingua straniera.

La prova durerà 50 minuti e per essere ammessi occorrerà raggiungere almeno 35 punti. Coloro che supereranno la preselezione potranno avere accesso alla prova scritta che consisterà, come lo stesso bando riporta ‘in una prova semi strutturata con griglia nazionale di valutazione composta da una serie di quesiti a risposta aperta e finalizzata a valutare la padronanza delle discipline, anche attraverso gli opportuni riferimenti interdisciplinari’.

Chi supererà la prova scritta supererà poi la prova orale, che si svolgerà in due momenti: una lezione simulata, della durata di 30 minuti, su una traccia estratta 24 ore prima della prova stessa; un colloquio immediatamente successivo, della durata massima di 30 minuti, nel corso del quale verranno approfonditi i contenuti, le scelte didattiche e metodologiche della lezione simulata appena sostenuta.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il