BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Miglior investimento 2012: Bot, obbligazioni, azioni, conti deposito? No diminuire il mutuo

Meglio non estinguere il mutuo e investire in conti deposito: l’andamento dei mercati oggi



Volano le Borse, cala lo spread e gli Euribor, gli indici dei mutui a tasso variabile, sono davvero bassi, vicini a quota zero. Ma ciò che continua a preoccupare i risparmiatori sono proprio questi improvvisi cambiamenti che stravolgono gli andamenti del mercato. La domanda che, dunque, gli investitori si pongono è cosa conviene scegliere oggi come investimento e se conviene diminuire il mutuo.

Da un’analisi condotta da Vito Lops del Sole24Ore, ipotizzando dei casi di risparmiatori intenti a pagare il loro mutuo ma capaci di mettersi da parte una liquidità tale da poter estinguere o anche diminuire il mutuo, emerge che è meglio non diminuirlo o ricorrere ad un’estinzione anticipata del mutuo, anche perché, in quest’ultimo caso, la banca richiede una penale.

In generale, comunque, bisognerebbe verificare quanto frutterebbe il proprio denaro se venisse investito, invece di essere adoperato per l'estinzione e se il rendimento superasse il costo del mutuo sarebbe vantaggioso lasciare in vita il debito.

Da considerare, inoltre, l'eventuale commissione di anticipata estinzione, il cui effetto su base annua dipenderà dalla durata residua del finanziamento. In un momento particolare come quello, attuale, dove regna ancora incertezza economica ma quando il piano Draghi annunciato qualche giorno fa sembra aver riportato un po’ di fiducia, sembra che il miglio modo per mettere al riparo i propri risparmi siano i conti deposito, meglio se vincolati da 12 mesi in su, perché rendono di più, restando comunque un investimento rifugio per tutti coloro che non vogliono correre alcun rischio. Meno convenienti, invece, bot, obbligazioni e azioni, il cui andamento è ancora oscillante e i tassi calati.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Gennaio 2017 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il