BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Test Medicina 2012: oggi lunedì 17 settembre pubblicate le assegnazioni in base a graduatorie

Da oggi assegnazioni sedi studenti Medicina: come funziona il sistema



Dopo aver suscitato non poche proteste e polemiche circa svolgimento e inutilità delle domande, escono finalmente i risultati dei test di medicina per le aspiranti matricole della facoltà di medicina e chirurgia e di odontoiatria e protesi dentaria. Tra oggi, lunedì 17 e il 21 settembre, saranno inoltre assegnate le varie sedi.

Gli studenti che hanno superato la prova hanno potuto sapere con quale punteggio hanno superato il test consultando il sito del Miur e cliccando sul tasto Login che si trova sulla pagina della graduatoria anonima. L’elenco degli ammessi si è trasformato in graduatoria in cui figurano anche le scelte della preferenza della sede espresse dalle singole future matricole.

Oggi, invece, il Miur pubblicherà le assegnazioni e cioè avranno l’assegnazione tutti quelli che rientrano sulla loro prima scelta. Il 21 settembre, dopo che saranno completi tutti i dati degli immatricolati, il Miur pubblicherà lo scorrimento con le nuove assegnazioni, precisando che questo sistema delle graduatorie tutela tutti gli studenti perchè, così procedendo, ogni futura matricola avrà la certezza che gli verrà assegnata la migliore tra le possibilità indicate.

Il sistema funzionerà nel seguente modo: scorrerà la graduatoria verificando le scelte dei candidati in ordine di graduatoria, ad un certo punto arriverà ad un candidato la cui prima scelta risulta già coperta da assegnati e così il candidato risulterà prenotato sulla sua seconda scelta e al termine del tempo a disposizione per l’immatricolazione l’ateneo comunicherà gli iscritti effettivi se e non tutti gli assegnati si iscriveranno rimarranno posti disponibili sul primo ateneo per cui, per esempio, il candidato prenotato alla seconda scelta, potrò comunque rientrare nel primo ateneo scelto. O comunque avrò sempre il suo posto ‘prenotato’ nel secondo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il