BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: è scontro per i precari. Alle proteste si uniscono gli studenti

Docenti, precari e studenti contro il concorso per la scuola 2012 e i tagli. Pronte manifestazioni



E’ scontro sul nuovo concorso per la suola 2012 e a protestare non sono solo gli insegnanti precari ma anche gli studenti. Domani, martedì 18 settembre, alle 18 ad Aversa si riuniranno docenti, precari e studenti per rivendicare il diritto all'insegnamento e all'istruzione e contro il nuovo concorso per la scuola.

Dito puntato contro le procedure di assegnazione dei posti docenti e i tagli previsti. Secondo quanto spiegato dal ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo, si tratterebbe di un concorso che dovrebbe aprire le porte ai giovani ma che è in palese contraddizione con i provvedimenti del ministro Fornero sull'innalzamento dell'età pensionabile.

Il mondo della scuola, e soprattutto i precari, rivendicano il fatto che non bisogna ledere i diritti acquisiti da chi è inserito nelle graduatorie ad esaurimento e ha già superato una o più prove concorsuali per accedere alle stesse aggiungendo alla formazione di base una lunga esperienza di insegnamento.

E, infatti, contro il concorso e i tagli dei fondi alla scuola, i precari di tutta Italia saranno a Roma il 22 settembre. Intanto ricordiamo che il bando per il concorso della scuola 2012 uscirà il 24 settembre e che sono circolate nelle ultime re novità sul suo svolgimento che prevederà, rispetto alle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, più  domande di logica e comprensione e meno sulle competenze informatiche e la conoscenza di una lingua straniera.

I nuovi quesiti, infatti, saranno ripartiti così: 18 domande sia per logica che comprensione e 7 per informatica e lingua straniera. Molto faranno anche i titoli conseguiti dagli aspiranti insegnanti precedentemente, da corsi di formazione e dottorati.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il