BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: precari manifestano il 21-22 settembre. Tutto sui requisiti di accesso

Proteste e manifestazioni contro il concorso della scuola: i motivi e quando



Nonostante le continue novità, suscita parecchi polemiche e critiche il concorso della scuola il cui bando uscirà il 24 settembre 2012 e contro cui è stata già organizzata una manifestazione nazionale indetta dai docenti precari della scuola in programma per il 21 settembre.

Il motivo della protesta è che questi i12mila posti del concorso sembra saranno distribuiti nel triennio di valenza del concorso scuola e perchè il vero obiettivo del Ministero dell'Istruzione sembra essere quello non di esaurire le graduatorie ma di azzerarle.

Per questo motivo, i precari della scuola, coordinati dalla FLC CGIL, indicono una per il 21 settembre 2012 una giornata di protesta, con presidi davanti alle Prefetture e alle Regioni, assemblee aperte, eventi serali.

La mobilitazione contro il concorso docenti continua poi il giorno successivo, il 22 settembre, quando è stata confermata la manifestazione nazionale indetta dai precari della scuola.

Ricordiamo che potranno accedere al nuovo concorso, coloro che siano in possesso dell’abilitazione; docenti in possesso del titolo di laurea, purchè conseguito entro il 2001/02 per corsi quadriennali, 2002/03 per i corsi quinquennali e 2003/04 per i corsi esaennali; diplomati (Isef, Conservatori, Accademie) che hanno conseguito i diplomi entro l’anno in cui si conclude il periodo prescritto dal relativo piano di studi a decorrere dall’anno accademico 1998/99.

E poi, per la scuola primaria e dell'infanzia, potranno prender parte al concorso gli abilitati, i laureati in Scienze della formazione e anche i diplomati entro l'anno scolastico 2001/2002 che nel 1999 non hanno partecipato all'ultima kermesse. Per la scuola secondaria di primo e secondo grado, l'accesso alle prove sarà riservato a coloro che sono già in possesso di un'abilitazione all'insegnamento e ai laureati in possesso di un titolo di studio del vecchio ordinamento: conseguito entro l'anno 2001/02, per i corsi di studio quadriennali, 2002/03 per quelli quinquennali e 2003/04 per quelli di sei anni di durata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il