Ilva Taranto: piano di risanamento presentato e approvazione DL più vicino. Le ultime notizie

Approvato alla Camera il Dl sull’Ilva: gli interventi previsti



E' stato approvato alla Camera il decreto legge sull'Ilva di Taranto. Il testo, approvato a Montecitorio con 430 sì, 49 no e sette astenuti, passa al Senato. Il presidente dell'Ilva, Bruno Ferrante, ha depositato alla Procura della Repubblica di Taranto un piano di interventi immediati di risanamento degli impianti dell'area a caldo sotto sequestro.

Nel suo piano l'Ilva prevede di coprire i depositi di minerali, considerati tra le fonti prime d'inquinamento a Taranto. La società Paul Wurth è stata incaricata di presentare un sistema per la copertura dei parchi minerari e gli interventi previsti nei parchi minerali, specifica l'azienda, dovrebbero ridurre le polveri del 70-90%.

Il piano prevede poi investimenti per 400 milioni di euro circa per interventi immediati. L'azienda siderurgica, inoltre, chiede, nel rispetto dell'attuazione del piano di investimenti, di poter continuare a tenere funzionanti gli impianti sequestrati anche se a ritmo ridotto rispetto alla situazione attuale per continuare a produrre acciaio al fine di non interrompere la presenza sul mercato.

Secondo quanto detto dal ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, all'Ilva "dovrebbero servano “almeno 3-4 anni pieni per completare tutti gli interventi. Sono interventi imponenti che devono cambiare non solo la pelle ma l'attuale cuore dell'impianto industriale di Taranto”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il